L'Arpaouza . via del Cumbal 9 Castello, Pietraporzio (CN), Italia
+39 328 7308540
arpaouza@gmail.com
Book Now
Archivi
TORNA LA “FESTO DOU TARLUC” IN ALTA VALLE STURA

Torna la ‘Festo dou Tarluc’, a Pontebernardo e nei vicini paesi della Valle Stura (CN), organizzata dall’Ecomuseo della Pastorizia, dalla Comunità Montana Valle Stura, dai Comuni dell’Alta Valle e dall’ATL. Il termine occitano ‘Tarluc’, è utilizzato per indicare il lasso di tempo in cui il sole scompare, in inverno, dietro la cima dell’Ubac, per ricomparire più tardi. Nel corso della manifestazione, oltre alle visite al percorso museale, al centro di selezione degli arieti, al caseificio per la lavorazione del latte di pecora sambucana e al laboratorio dei salumi di carne ovina, sarà possibile partecipare al laboratorio di lavorazione del feltro e assistere alla filatura tradizionale della lana. Un momento da non perdere è quello della tosatura della ‘floucà’, la pecora più mansueta del gregge, alla quale vengono lasciati ciuffi di lana sulla schiena con l’intento di renderla la migliore e più appariscente del gregge. Fonte Mountain Blog. Per maggiori info, clicca qui.

Commenti: 0
ESCURSIONISMO IN VALLE STURA

Se l’escursionismo è una delle tue attività preferite, la Valle Stura è ricca di spazi con caratteristiche diverse che ben si prestano a questa pratica e a molte altre attività sportive e di svago. Lou Viage (termine occitano per “il viaggio”) è un itinerario articolato in 19 tappe che attraversa tutti i comuni della valle Stura. Per chi volesse affrontare solo una parte dell’itinerario, sono stati pensati dei percorsi più brevi ad anello. Lou Viage è sinonimo non solo di natura e di montagna, ma anche di storia e cultura: lungo il percorso potete incontrare ad esempio il Memoriale della Deportazione a Borgo San Dalmazzo, il Forte Albertino di Vinadio, il Santuario di Sant’Anna di Vinadio e il Santuario di Monserrato. Da Pietraporzio a Bagni di Vinadio: Da Pietraporzio si sale verso il Pian della Regina sulla comoda strada ex militare che percorre il vallone del Piz. Pochi metri oltre il secondo ponte, gia` in vista del pianoro, si svolta a sinistra imboccando il vallone del Costis. Il segnavia P25 indica la strada da seguire che sale ripida costeggiando il rio. Si supera un’opera di captazione delle acque e si giunge a delle trune a quota 1.900 m. Il sentiero […]

Commenti: 0